Cosa fare in Valle d'Aosta?

Mercatini di Natale
Mercatini di Natale

Marché Vert Noël – Tornano i Mercatini di Natale 2022

Finalmente anche quest’anno eccoci arrivati al momento più magico dell’anno e cosa può esserci di meglio di trascorrere il Natale tra le Alpi, visitando bellissimi mercatini e sorseggiando vin brulè?

Difficile trovare risposta, intanto, come di consueto, tutti i borghi più belli della regione e la città di Aosta si vestiranno a festa per ospitare i Mercatini di Natale.

Gli espositori locali arriveranno, con i loro chalet, ad animare la regione con prodotti tipici, artigianato ed enogastronomia, in uno scenario molto suggestivo.

Da cornice le splendide montagne valdostane, impossibile non sentirsi un po' in Lapponia!

L’iniziativa interesserà la maggior parte dei comuni, oltre ad Aosta, come Courmayeur, Gressoney, Bard e Chatillon, a partire dal 19 novembre fino a domenica 8 gennaio, senza alcuna interruzione.

Se ancora non lo avessi organizzato è sicuramente un’occasione da non perdere per passare un weekend di magia in questa splendida aria natalizia, tra panorami mozzafiato, sport invernali e cultura.

Consigliato anche per un weekend romantico per visitare i mercatini tra i borghi e assaggiare la cucina locale, una sorpresa che verrà sicuramente gradita! 

 

Per prenotare una visita guidata contattami

Richiesta visita (guide-aostavalley.com)

Lo Pan Ner

Lo Pan Ner - i pani delle Alpi 

Sarà un weekend di festa quello del 15 e 16 ottobre in tutta la Valle D’Aosta!

Come ormai da tradizione, infatti, 46 comuni della regione accenderanno i loro forni in occasione della tradizionale festa Le Pan Ner.

La ricorrenza, nasce per omaggiare la storia della Valle D’Aosta attraverso uno dei suoi simboli culinari: il pane nero o pan ner. 

Composto per la maggior parte da farina di segale, a cui deve la sua caratteristica colorazione scura, il pane nero, era l’alimento cardine dell’alimentazione delle popolazioni locali. La sua produzione avveniva nei forni nel periodo autunnale, a cessazione dell'attività lavativa nei campi e veniva prodotto in grande quantità: grazie alle sue caratteristiche organolettiche e alla sua forte durevolezza, il pane veniva poi consumato durante tutto l’anno.

Soltanto le famiglie più ricche potevano permettersi di produrre il pane in diverse occasioni dell’anno, per la maggior parte della popolazione, invece, l’accensione del forno avveniva una sola volta, a fine raccolto, ed era una vera e propria festa.

È con questo spirito che in molteplici comuni i forni torneranno a funzionare e a radunare tutta la popolazione locale, proprio come avveniva un tempo. L'occasione sarà arricchita da diverse attività per grandi e piccoli che si svolgeranno in tutti i comuni coinvolti.

Inutile dire che ci vedremo davanti al forno con una bella fetta di pane!😉

 

Per una visita guidata 

Richiesta visita (guide-aostavalley.com)

Sagra del miele a Chatillon

La Sagra del miele di Chatillon
 

L’ultimo weekend di ottobre a Chiatillon si riempie di dolcezza!

Il bellissimo borgo valdostano, anche quest'anno, infatti, farà da cornice alla tradizionale Sagra del miele, che si terrà dal 28 al 30 di ottobre, un’occasione unica per assaporare questo buonissimo prodotto locale.

Inutile dire che la Valle D’Aosta, grazie alla sua inestimabile ricchezza naturalistica e alla sua grande varietà di specie vegetali, è un territorio particolarmente fortunato per la produzione di miele in grado di regalare, ogni anno, tantissime tipologie di miele locale, tra cui tarassaco, castagno e rododendro, dalle più disparate caratteristiche.

Come per la maggior parte dei prodotti locali, il miele valdostano, è un vero e proprio regalo della natura, nella sua tradizionale preparazione, infatti, non subisce quasi alcun trattamento che ne possa in qualche modo alterare le proprietà organolettiche.

Per ringraziare la natura dei suoi frutti e per promuovere l’intensa attività della produzione locale, quindi, il Comune di Chatillon, nell'ultimo weekend di ottobre, sarà animato da espositori provenienti da tutta la regione che porteranno con i loro stand la dolcezza del loro miele e i suoi derivati, ma anche oggettistica a tema, iniziative e momenti di animazione...una vera e propria festa per omaggiare, ancora una volta, questa splendida terra!

Evento consigliato anche per pensare ai primi regali di Natale, da non perdere!L’ultimo weekend di ottobre a Chiatillon si riempie di dolcezza!

Il bellissimo borgo valdostano, anche quest'anno, infatti, farà da cornice alla tradizionale Sagra del miele, che si terrà dal 28 al 30 di ottobre, un’occasione unica per assaporare questo buonissimo prodotto locale.

Inutile dire che la Valle D’Aosta, grazie alla sua inestimabile ricchezza naturalistica e alla sua grande varietà di specie vegetali, è un territorio particolarmente fortunato per la produzione di miele in grado di regalare, ogni anno, tantissime tipologie di miele locale, tra cui tarassaco, castagno e rododendro, dalle più disparate caratteristiche.

Come per la maggior parte dei prodotti locali, il miele valdostano, è un vero e proprio regalo della natura, nella sua tradizionale preparazione, infatti, non subisce quasi alcun trattamento che ne possa in qualche modo alterare le proprietà organolettiche.

Per ringraziare la natura dei suoi frutti e per promuovere l’intensa attività della produzione locale, quindi, il Comune di Chatillon, nell'ultimo weekend di ottobre, sarà animato da espositori provenienti da tutta la regione che porteranno con i loro stand la dolcezza del loro miele e i suoi derivati, ma anche oggettistica a tema, iniziative e momenti di animazione...una vera e propria festa per omaggiare, ancora una volta, questa splendida terra!

Evento consigliato anche per pensare ai primi regali di Natale, da non perdere! ☺

Per prenotare una visita guidata contattami

Richiesta visita (guide-aostavalley.com)

Miele

Festa di San Martino

San Martino, torna la festa del santo patrono

Si concluderanno venerdì 11 novembre i festeggiamenti in onore al Santo Patrono Martino di Tours.

Dopo lo stop forzato del periodo di covid, infatti, la città di Aosta, nel rione di San Martin de Corléans ed altre località della regione tornano ad animarsi con mercati, stand, spettacoli, esposizioni, castagnate e momenti di animazione per celebrare la figura del patrono.

La figura di Martino di Tours è molto importante per la Valle D’Aosta a lui sono dedicate diverse testimonianze in tutta la regione, tra cui il celebre Pont San Martin.

Figura storica, oltre che religiosa, Martino nasce nel 316 d.C. in Ungheria, il padre è un generale romano, che lo avvia sua volta alla carriera militare.

Fa parte delle legioni durante gli imperi di Costanzo e Giuliano, ma la sua vocazione più grande è quella di aiutare il prossimo ed è proprio per poter dedicare la sua vita all’aiuto dei più deboli che chiede l’esenzione dalle armi e, dopo essere divenuto o dei fondatori del monachesimo in occidente, viene nominato Vescovo di Tours nel 371, città in cui fonda un suo monastero.

San Martino è patrono in molti comuni d’Italia, nella regione Valle d’Aosta i comuni a lui dedicati sono: Arnad, Ayas, Pontey, Torgnon e Verrayes.

Gli omaggi alla figura di Martino sono presenti in tutta Italia e in Europa, ma è nelle regioni montane quelle in cui questo culto è più sentito, la sua celebrazione, infatti, coincide con la fine dei raccolti e anticipa l’inverno, ormai alle porte, in queste aree, la festa del Santo Patrono, è stata spesso occasione di festa prima dell’arrivo delle rigide temperature invernali.

Per prenotare una visita guidata contattami:

Richiesta visita (guide-aostavalley.com)